Senza categoria

[BlogTour] Sto pensando di finirla qui – 1 tappa: Presentazione del thriller

Buongiorno lettori e lettrici! Oggi il blog apre il BlogTour dedicato al romanzo “Sto pensando di finirla qui” di Iain Reid, da cui è tratto l’attesissimo film che andrà in onda su Netflix! Oggi vi presenterò brevemente il romanzo, iniziando come sempre dalla trama, mentre ne prossimi giorni le altre amiche blogger approfondiranno dei singoli aspetti, che vi invito a non perdere!

Trama 

Un pensiero può essere più reale, più vero, di un’azione. Puoi dire qualunque cosa, fare qualunque cosa, ma non puoi fingere un pensiero.

Interno degli Stati Uniti. Una statale silenziosa e vuota, solo profili piatti che si ripetono, un’altalena, un granaio, pecore ferme nella luce del pomeriggio, fienili e campi. Seduta in macchina, sotto la musica country trasmessa dalla radio, la ragazza di Jake guarda la campagna e continua a pensare che deve farla finita con lui; anche se Jake, con quella sua aria svagata e le conversazioni interessanti, in fondo le piace.

Ora sono di ritorno dalla casa dei genitori di lui, una fattoria sperduta dove lei ha incontrato per la prima volta quella coppia singolare e visto i recinti lugubri degli animali, un incontro che le ha lasciato addosso una sensazione inafferrabile, come di chi avesse varcato, per il tempo di una sera, la scena di un’allucinazione altrui. Un disagio che peggiora quando Jake, nel mezzo di quel luogo desolato mosso solamente dalla neve in aumento, si ferma in una gelateria, un edificio che emerge, fluorescente, dal buio, le vetrine sbiancate dai neon, e un attimo dopo imbocca una stradina secondaria, parcheggia davanti al suo vecchio liceo chiuso e sparisce all’interno della scuola. Per la sua ragazza, lasciata sola in macchina, ha inizio allora un altro percorso, vertiginoso, nel versante più oscuro della realtà, dove scoprire che fine ha fatto Jake fornirà finalmente la risposta, del tutto imprevedibile, a cosa sia accaduto davvero in questo silenzioso viaggio a due.

Un fulminante esordio letterario imbevuto di suggestioni alla David Lynch e da cui è tratto l’atteso film di Netflix per la regia del premio Oscar Charlie Kaufman.

Presentazione del thriller 

“Sto pensando di finirla qui”: una frase che vi perseguiterà (letteralmente) durante tutta la lettura del thriller e il cui significato comprenderete appieno solo arrivati all’ultima pagina. 

Come avrete letto nella sinossi, il romanzo si svolge in poche scene, fondamentalmente nell’auto di Jake, dove la sua ragazza continua a ripetere a sé stessa “Sto pensando di finirla qui”. Ma si riferirà alla sua relazione con Jake, ragazzo affascinante ma davvero particolare?

Dalla macchina di Jake ci spostiamo nella casa dei genitori del ragazzo, dove emergeranno tante stranezze che continueranno a rafforzare il proposito della ragazza. 

Nel corso della storia, la cui scrittura sembra quasi il copione di un film, sarete costantemente accompagnati da un senso di angoscia, una paura latente che però non riuscirete a comprendere da dove nasca. Durante la lettura, infatti, non ci saranno colpi di scena o momenti davvero paurosi, tuttavia aleggia questo senso di inquietudine che difficilmente riuscirete a scrollarvi di dosso, se non arrivati alla fine, quando riuscirete a mettere insieme tutti i pezzi e capire finalmente cosa non andava, qual era quell’elemento che vi angosciava tanto.
Un thriller sicuramente originale e un ottimo esordio da parte di Iain Reid, anche se, per quello che mi ha lasciato, ho trovato la storia e lo stile molto più adatto alla realizzazione di un film che di un libro. A questo punto, sono davvero curiosa di vedere il film che uscirà su Netflix per capire se questa sensazione mi ha dato ragione o meno e se lo stesso senso di angoscia ed inquietudine trasmesso dall’autore sarà ben realizzato anche nel film!

Buona lettura!